Acqua bene comune, acqua come la cultura “necessario nutrimento per l’uomo”. E’ lo scatto fotografico di Marzia Migliora, che ritrae alcune portatrici d’acqua mentre attraversano il Grande Cretto di Alberto Burri a Gibellina, l’immagine scelta come copertina per la nona edizione della Giornata del Contemporaneo, che si svolgerà in tutta Italia il 5 ottobre. Una giornata all’insegna dell’arte libera, con porte aperte in ogni angolo del paese per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, performance, eventi e conferenze. “Un’occasione – spiega Amaci, l’Associazione musei di arte contemporanea italiani, promotrice della manifestazione – così che al pubblico sia data la possibilità per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea”. Le iniziative in programma sono migliaia, dislocate lungo tutta la penisola, e anche l’Emilia Romagna celebrerà la festa in grande stile.

Bologna, per l’occasione, alle 12 il Museo d’arte moderna di Bologna esporrà, nello spazio antistante il museo per la Memoria di Ustica, i pannelli che componevano il palco di The plot is the revolution, spettacolo della compagnia Motus, e alle 18, nelle sede di via Don Minzoni, avrà luogo la performance site specific di danza contemporanea curata dalla compagnia Progetto D.Arte, ispirata dall’immagine realizzata da Marzia Migliora.

Sempre a Bologna, tra gli altri appuntamenti, la galleria Stefano Forni inaugurerà una mostra personale di Carlo Mattioli, uno dei più celebri pittori del Novecento italiano, e la P240 esporrà una selezione di 14 dipinti provenienti dalla collezione del Museum of American Art di Berlino, copertine dei cataloghi che hanno accompagnato le storiche mostre curate da Dorothy Miller al Moma di New York. Adiacenze di piazza San Martino 4, invece, presenterà Sense of Community, lo spirito comunitario dell’arte nella società 2.0, un progetto in 5 tappe – Venezia, Bari, Torre di Mosto (Ve), Pontassieve (Fi) e Bologna – che si traduce in una ricerca su due temi correlati: il nuovo senso di comunità risultato dall’uso quotidiano dei social network e lo spirito comunitario che la pratica dell’arte contiene. E Casagallery Itinerante, associazione culturale “site specific’ per giovani artisti, proporrà Omaggio a Verdi, una collettiva allestita negli spazi espositivi del Museo della Resistenza, che celebrerà il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi accompagnata, alle 19.30, dalla performance Atto V, con il contributo musicale del maestro Pio Amore. Pochi chilometri di distanza e a San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna, alle 17 sarà inaugurata una mostra di illustrazioni originali di fiabe russe, prevalentemente provenienti dal periodo dell’Ussr, l’Unione delle repubbliche socialiste sovietiche, mentre al museo Magi ‘900 di Pieve di Cento si parlerà del terremoto del maggio 2012, con l’esposizione di 12 capolavori emiliani dei secoli XV – XVIII, tra i quali le pale d’altare di Lavinia Fontana, Guido Reni, Guercino, Scarsellino e Bartolomeo Passerotti, recuperati dalla Collegiata di Santa Maria Maggiore.

Modena, Palazzo Santa Margherita, alle 16 visita guidata della mostra All you need is love, John Lennon artista, attore, performer, che per la prima volta in Italia “rende conto degli esiti del multiforme talento di John Lennon”. Tra le opere principali le 14 litografia intitolate “Bag One”, pensate da Lennon come regalo di nozze per Yoko in occasione del loro matrimonio nel 1969 e le locandine e i manifesti di “Come ho vinto la guerra” (1967), l’unico film interpretato dal cantante dei Beatles. A Sassuolo, invece, protagonista sarà la fotografia, con la mostra di Medici senza frontiere dal titolo Urban survivors, sopravvivere nelle baraccopoli. Un racconto dal cuore delle principali baraccopoli del mondo narrato tramite gli scatti di fotografi del calibro di Pep Bonet, Alixandra Fazzina, Stanley Greene, Jon Lowenstein e Francesco Zizola dell’agenzia Noor.

Ancora, a Parma, dalle 15 alle 18, la Fondazione museo Ettore Guatelli presenterà Punti di vista. Arte e scienza in dialogo, dove la matematica dialogherà con la psicologia e la storia dell’arte per avvicinare il pubblico a temi e teorie scientifiche di ambiti molto diversi tra loro, e a Faenza, in provincia di Ravenna, il Museo internazionale delle Ceramiche, il museo Carlo Zauli e Banca di Romagna ospiteranno, fino al 6 ottobre, Kart, Faenza Contemporanea, un calendario ricco di eventi, tra cui Post fata resurgo, una raccolta dei lavori di Kader Attia, Loredana Longo, Moataze Nasr e Martina della Valle.

Reggio Emilia dispari&dispari project inaugurerà, alle 18, Stag – Berlin/London, un evento che riunisce il lavoro di 35 artisti internazionali provenienti, appunto, da Londra e Berlino, mentre all’Ottagono sarà possibile visitare Pagine d’autunno, una personale di Nicla Ferrari: 15 opere dell’artista realizzate “su brani di antichi corredi di famiglia”.