“Lo Stato mi ha abbandonato e non ha fatto nulla per me. Da questo momento non pago più le tasse”. Dopo l’ennesima minaccia da parte della ‘ndrangheta, il testimone di giustizia Gaetano Caminiti attacca le istituzioni colpevoli, a suo dire, di averlo abbandonato. Da oltre vent’anni ha deciso di non pagare il pizzo alle cosche di Reggio Calabria, rivolgersi allo Stato e denunciare gli uomini dei clan. Gli hanno incendiato la sala giochi e il bar che gestisce nella periferia sud della città, nel 2011 gli hanno sparato mentre era in auto. La settimana scorsa ha ricevuto due lettere di minacce con dentro 200 grammi di esplosivo. Vive senza scorta e si sente abbandonato da chi dovrebbe proteggerlo: “Ho paura per me e per la mia famiglia. Non pagherò più le tasse a questo Stato”  di Lucio Musolino