Dopo la manifestazione di sabato scorso contro il passaggio delle grandi navi in laguna e di fronte a Piazza San Marco, questa mattina sono scesi in piazza alcune centinaia di lavoratori del porto, dagli ormeggiatori alla security, assieme al comitato Cruise Venice. “I mostri non sono quelle navi, ma i vaporetti, i taxi che rovinano la laguna”. Dopo avere esposto dei grandi cartelli dal ponte di Rialto con la scritta “Basta bugie, sì alle crociere“, il corteo ha sfilato davanti alla sede del Comune per ribadire i rischi di un ridimensionamento o dell’annullamento del passaggio delle grandi navi a Venezia. “Portano affari, lavoro, soldi“. C’è stato anche un incontro con una delegazione dei manifestanti con il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni, terminata con un nulla di fatto. Era assente la Cgil  di David Marceddu