Si sono presentati a Chiasso in Svizzera in trecento tra imprenditori, commercialisti e consulenti aziendali. Tutti oltre confine per capire quali margini ci sono per spostare la propria attività, attratti da una burocrazia più snella e un’imposizione fiscale più clemente, perché “ormai in Italia non si lavora più, è diventata una questione di sopravvivenza”. Così la platea si è radunata al teatro cittadino fin dalle 11 di questa mattina per ascoltare le parole del sindaco di Chiasso, Moreno Colombo e degli organizzatori dell’evento “Benvenuta impresa nella città di Chiasso”  di Alessandro Madron