In attesa di un pronunciamento del ministro della Salute un attento mio lettore, ricercatore universitario e personalmente coinvolto nella vicenda Stamina tanto da comprendere la disperazione reale delle famiglie, stimola una mia riflessione. Ed io la giro a voi.

In una intervista a Gianfranco Merizzi, presidente di Medestea, in cui spiega perché finanzia Stamina, colpisce una domanda e la relativa risposta:

Paolo Bianco, direttore del laboratorio staminali a La Sapienza, dice che dalle cellulle mesenchimali si possono ottenere solo ossa, cartilagini e grasso”. “Sì, è vero, quando si parla di mesenchimali ottenute dal midollo osseo. Ma Stamina preleva le sue mesenchimali dallo stroma osseo, sono cellule differenti. Queste ultime si possono differenziare in molti tipi di cellule, compresi i neuroni”. Chiedo a Merizzi e a Vannoni qual’è la differenza fra i due tipi di cellule?

Ma nella home della Fondazione Stamina si legge: “Durante questi anni la Fondazione ha sostenuto importantissime ricerche nell’ambito della selezione, dell’espansione e dell’indirizzamento di cellule staminali adulte del midollo osseo”. E che nella sezione “biologia delle staminali” si legge: “Le cellule staminali mesenchimali sono state isolate dalla componente stromale del midollo osseo (dove rappresentano circa lo 0,01% di tutte le cellule nucleate ) per la prima volta negli anni ’70 da Friedenstein e collaboratori…”. Mentre la figura sottostante illustra correttamente che dalle cellule staminali mesenchimali si ottengono appunto osteoblasti, adipociti e condrociti, ma non ovviamente neuroni… Allora dobbiamo ritenere che addirittura nelle parole del suo principale finanziatore, Stamina sta usando il tipo di cellule staminali mesenchimali “sbagliate”! Bisognerebbe informare il sig. Merizzi che Stamina sta truffando anche lui oltre tutte le famiglie che si affidano.

Signora ministro Lorenzin, ci siamo già fatti prendere in giro da tutto il mondo, compreso dal premio Nobel per la Medicina, vogliamo continuare a farci prendere in giro dal Vannoni e dalla sua supponenza?