Un’imposta che funzioni dovrà essere calcolata in base ai rifiuti prodotti e non ai metri quadri delle abitazioni. È questa la correzione che il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando propone e la illustra a un convegno sulla green economy all’Università Bocconi di Milano. “E’ chiaro – ha sottolineato Orlando – che se la nuova Tares verrà calcolata in metri quadri e non in base ai rifiuti prodotti, buona parte delle nostre ambizioni rischia di essere frustrata e di non incoraggiare scelte virtuose”  di Fabio Abati