Penso che Giuliano Amato dia l’idea di essere stato messo lì a difesa del fortino”. Lo afferma la capogruppo di Fratelli D’Italia alla Camera, Giorgia Meloni, intervenendo questa mattina a “L’aria che tira”, su La7. “La nomina di Giuliano Amato a giudice della Corte Costituzionale” – spiega – “è una tremenda occasione persa, e voglio dirlo anche al presidente Napolitano, per dare un segnale di discontinuità rispetto a una persona che sta da trent’anni nel Palazzo e alla quale già gli Italiani passano più di 30mila euro al mese”. Giorgia Meloni aggiunge: “Ho trovato vergognosa la sentenza della Corte Costituzionale che dichiarava incostituzionale il prelievo di solidarietà sulle pensioni d’oro. Certo” – conclude – “vedere una persona che prende più di 30mila euro al mese e che poi deve venire a giudicare sul taglio di quella pensione non mi fa ben sperare”