La Consob ha inflitto una multa di 400mila euro, più 18 mesi di interdizione, all’agente Fifa Vinicio Fioranelli per aver fornito al mercato notizie “false e fuorvianti” sul possesso di risorse per acquistare l’As Roma. Stessa sanzione, 400mila euro, anche per la società Fio Sports Group Ag, con sede a Herisau (Svizzera).

L’autorità sanziona Fioranelli “per aver rilasciato dichiarazioni agli organi di stampa in data 22 maggio 2009, nonchè diffuso un comunicato alle ore 17,27 dello stesso giorno, aventi ad oggetto il possesso da parte del ‘Gruppo Fioranelli’ delle risorse finanziarie necessarie ad acquistare la partecipazione di maggioranza in As Roma, suscettibili di fornire al mercato indicazioni false e fuorvianti in merito al prezzo delle azioni AS Roma”. In seguito alla diffusione del comunicato del 22 maggio 2009 il prezzo delle azioni AS Roma in Borsa è passato da 0,878 euro (prezzo ufficiale del 22 maggio 2009) a 0,908 euro (prezzo ufficiale del 25 maggio 2009), con un aumento del 3,42%.

In quel periodo il club capitolino – ancora di proprietà della famiglia Sensi prima di passare nel 2011 nelle mani degli americani -, era oggetto di numerose voci di interessamento. Della particolare situazione aveva provato ad approfittare l’agente Fifa Fioranelli, mettendo in giro false informazioni sulle disponibilità finanziarie di Fio Sports, che si diceva interessato all’acquisizione. Ma un’indagine della Guardia di Finanza aveva accertato che in realtà il gruppo era privo di capitali. 

Fioranelli era già stato arrestato per aggiotaggio nel gennaio del 2011 in Austria, nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma sul tentativo di scalata del suo gruppo all’As Roma. Adesso arriva anche la sanzione pecuniaria da parte della Consob.