“In coscienza sono convinto di aver agito per il meglio, la mia è una scelta di non violenza, una scelta di distensione e non significa che io condivida le idee e i messaggi che verranno proposti durante quell’evento”. Il sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero, ha spiegato così la decisione di presenziare all’apertura del Festival Boreal organizzato da Forza Nuova. Un evento a cui sono stati invitati i principali partiti dell’ultra destra europea e che durante il fine settimana vedrà alternarsi sul palco del Campo Solare i leader di diverse formazioni neofasciste e neonaziste. Il primo cittadino canturino è stato criticato pesantemente da Anpi e da tutto il mondo degli attivisti antifascisti che gli hanno chiesto di dimettersi: “Capisco la posizione dell’Anpi – ha detto – anche per me questa scelta non è stata facile, ma spero che questa decisione possa servire per far riflettere sul tema della non violenza”  di Alessandro Madron