“Credo che nell’arco di pochi giorni, forse all’inizio della prossima settimana si procederà con il voto, su cui noi abbiamo espresso una posizione molto chiara”. Così il deputato e candidato alla segreteria del Pd, Gianni Cuperlo, ospite della Festa dell’Unità di Bologna, ha commentato lo scontro di queste ore tra Pd e Pdl, sul calendario dei lavori della giunta per la decadenza di Berlusconi. “Rispettiamo i tempi della giunta, che sono previsti dai regolamenti, e affrontiamo questa questione non con l’intenzione di liberarci di un avversario politico per via giudiziaria, ma per affermare il principio della legalità e dell’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge”. Poche parole poi sulla partita per la guida del Pd, dove Cuperlo si troverà a sfidare il grande favorito Matteo Renzi e l’outsider Pippo Civati: “Mi hanno detto che ho poche speranze e che sono come la nazionale giamaicana di bob. Io invece dico che il congresso è ancora tutto da fare. Altro che già chiuso”  di Giulia Zaccariello