La degustazione è on air. Debutta sul web il ciclo di degustazioni video di Slow Food, alla scoperta di vini, formaggi e birre con gli esperti dell’associazione. La prima puntata è andata in onda il 9 settembre con protagonista la mozzarella di bufala campana Dop. Un viaggio per conoscere meglio uno tra i prodotti caseari italiani più conosciuti al mondo con Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità e autore di numerosi libri sui formaggi. Sardo spiega l’origine e le caratteristiche di questo formaggio che, dice, fa la nostra grande supremazia sulla Francia grazie al quarto animale da latte, la bufala (oltre a capra, pecora e vacca). E conclude assaporando con gusto «uno dei cibi più sensuali che sia stato prodotto».

Oltre a Piero Sardo, a guidare gli utenti nelle degustazioni online ci saranno anche Giancarlo Gariglio, curatore della guida Slow Wine ed Eugenio Signoroni, curatore della guida alle Birre d’Italia. La programmazione prosegue con nuove puntate dedicate al formaggio, a partire da un’altra eccellenza del made in Italy: appuntamento l’11 settembre con il Parmigiano Reggiano. Si parlerà poi di gorgonzola il 13 settembre, di caciocavallo il 16 settembre, di Bra duro il 17 settembre e di Ragusano il 18 settembre. Sarà poi la volta del vino: si parte con Cuvée Marguerite Blanc Matassa (Francia) il 25 settembre, per continuare con Carema Riserva 2008 Produttori di Nebbiolo di Carema  il 28 settembre, Valtellina Sassella RocceRosse 2001 Arpepe il 1° ottobre, Barbaresco Ovello 2008 Gigi Bianco il 4 ottobre, Saumur-Champigny Terres Chaudes Roches Neuves l’8 ottobre, Dolcetto d’Alba Bricco Caramelli 2011 Mossio l’11 ottobre, Isolano 2011, Valdibella il 15 ottobre, Trebbiano Spoletino 2010 Antonelli San Marco il 18 ottobre, Soave Classico 2012 Pieropan il 22 ottobre. A seguire – infine – i video sulle birre. Tutte le degustazioni saranno visionabili sui canali video di Slowfood, Slowine e Cheese.slowfood.

www.puntarellarossa.it