Azione Civile in presidio davanti Montecitorio per protestare contro la modifica dell’articolo 138 della Costituzione, il cui iter è iniziato oggi alla Camera dei Deputati e, a tappe forzate, terminerà nella giornata di lunedì. Per il presidente Antonio Ingroia: “Questo Parlamento di nominati dibatte ancora sulla sorte politica di un pregiudicato che ha rovinato il Paese. Si sta modificando al cuore democratico delle istituzioni con una modifica della Costituzione che mira a trasformare la nostra Repubblica da parlamentare a presidenziale, con un uomo solo al comando nelle mani dei poteri forti, il vecchio disegno di Licio Gelli“. Un paradosso secondo l’ex pm che questo progetto “portato avanti per vent’anni senza riuscirci da Berlusconi arrivi al traguardo con un governo retto da un presidente del Consiglio espressione di un partito che si definisce di sinistra. “La smettano – conclude Ingroia – di assediare la Costituzione”  di Manolo Lanaro