Respinte dal centro fitness perché si sono presentate con il velo islamico. La denuncia viene da due ragazze italiane di origine egiziana che abitano a Reggio Emilia. “Per la prima volta in trenta anni non mi sono sentita italiana, mi hanno fatto sentire tutta la mia diversità”, ha spiegato Rania Abdellatif. Venerdì scorso il Fit Village ha detto loro che i posti per i corsi erano esauriti. Pochi minuti dopo una loro amica, presentatasi come italiana, è riuscita a prenotare via telefono l’abbonamento. Lo stesso è successo il giorno successivo con un’altra loro amica italiana mandata a fingere interessamento. “Solo un malinteso tra il mio staff” si difende il centro fitness: “I nostri dipendenti sono per metà stranieri, molti sono musulmani. Qualche giorno prima quello in questione avevamo iscritto alcune ragazze col velo”  di David Marceddu