Oggi, presso la Sala monumentale della Presidenza del Consiglio a Roma, è stata presentata la terza fase della Consultazione pubblica sulle Riforme costituzionali. Il ministro Gaetano Quagliariello ha presentato lo spot tv che da domani andrà in onda sulle reti Rai. 50.000 questionari completati dall‘8 luglio, attraverso le 8 domande del Questionario Breve e le 14 o più domande del Questionario di approfondimento e 1 milione di pagine visualizzate su www.partecipa.gov.it. Ad ora, hanno partecipato cittadini di ogni fascia di età, con equa distribuzione tra i 18 e gli 68 anni. Il 42% dei partecipanti possiede almeno un diploma di istruzione secondaria superiore, e il 50% almeno un diploma di laurea o titolo superiore; diverse le professioni rappresentate: il 24% dei partecipanti è impiegato, l’11% studente, un altro 11% libero professionista e il 9% pensionato. Per il ministro Gaetano Quagliariello: “Puntiamo ad avere la consultazione on-line più partecipata d’Europa” e conferma che le riforme costituzionali “Vanno avanti” e sulla contestata riforma dell’articolo n.138 della Costituzione taglia corto: “La riforma dell’articolo 138 era necessaria”  di Manolo Lanaro