Sarà anche vero che nessuno dei cinque giudici di Cassazione che hanno condannato Mr.B è di Magistratura democratica, ma che vuol dire? E’ sempre per colpa di quella parte della magistratura che lui si trova “in questa posizione”.

“Non c’è nulla da fare se c’è un pregiudizio politico nei giudici” ha ribadito l’illustre condannato parlando da un banchetto allestito dai Radicali. Quelli di Md non demordono e, dopo “41 processi nei quali non sono riusciti ad arrivare ad alcuna condanna, hanno deciso di cambiare strategia”.

E dunque “che cos’hanno fatto?” 

Un secondo di suspense mentre gli addetti alla raccolta firme per i referendum radicali, coadiuvati da addetti alla persona di Mr.B, si affannano intorno a lui indicando sui fogli la posizione per le firme e poi parte la bomba: “Avvalendosi della compiacenza degli altri giudici, non di Magistratura Democratica, sono diventati i padroni di tutti i collegi che mi hanno giudicato”.

Quindi dei magistrati italiani non si salva più nessuno: o sono di Magistratura democratica o vogliono compiacere quelli di Magistratura democratica. Il perché e il come non sono chiari, ma nei prossimi giorni sarà bene tenere d’occhio Il Giornale e Il Foglio per saperne di più sui metodi adottati da Md per assicurarsi la compiacenza dei colleghi di altre correnti.

Metodo Ipcress (Induction of Psycho-neuroses by Conditioned Reflex under Stress)?
Metodo Manchurian Candidate?
Metodo Scorpione di Giada?
Metodo Telefon?

Qui si possono solo azzardare supposizioni, ma è chiaro che un’accusa tanto grave deve poggiare su prove certe e inconfutabili. Non resta che attendere nuove, imminenti rivelazioni.