Sono una sessantina gli eletti e i simpatizzanti del Pd che hanno partecipato all’assemblea in cui Luciano Violante ha spiegato la sua posizione sulla decadenza di Silvio Berlusconi come parlamentare. Violante parla a lungo e ascolta gli interventi dei militanti, diversi si scagliano contro l’ex presidente della Camera. “E’ facile applicare le regole – spiega Violante – solo per gli amici, è più complicato farlo per gli avversari. Non ho mai pensato a salvacondotti per il Cavaliere. Può essere spiacevole, ma la giunta funziona come un quarto grado di giudizio, solo più veloce”. Un’anziana militante lascia l’aula. Verrà convinta a rientrare e a fine assemblea spiegherà le sue ragioni all’esponente Pd  di Cosimo Caridi