Colorno il paese dei matti diventa di nuovo un palco a cielo aperto tra acrobati, giocolieri e clown. Come ogni fine estate, nel comune del parmense conosciuto in passato per il suo manicomio, la follia e l’arte di strada tornano di casa con la rassegna “Tutti matti per Colorno”. Musica, spettacoli, applausi, risate, scherzi, acrobazie riempiranno i tre giorni della sesta edizione del festival internazionale di circo e teatro di strada promosso dal Teatro Necessario con il Comune di Colorno, Provincia e Regione.

Dal 30 agosto al primo settembre nella Reggia Ducale, nelle strade e nelle piazze della cittadina della Bassa si esibiranno artisti provenienti da tutto il mondo, che lasceranno a bocca aperta adulti e bambini. Follia, fantasia, creatività allo stato libero, senza barriere proprio come i “matti” liberati dalla legge Basaglia dagli istituti come quello che c’era un tempo a Colorno. Tra le anteprime in arrivo da lontano ci saranno i Willygood, un po’ francesi e un po’ americani, che porteranno il meglio del circo internazionale contemporaneo tra musica rock e blues, acrobati in bilico su un filo, danza ed evoluzioni aeree. Dalla Francia la compagnia Coyote-Minute guiderà gli spettatori sul set di un film anni ’30 a incontrare il celebre regista Carlos Fromagï nello spettacolo “Silence, ça tourne!”, mentre dalle terre anglosassoni per la prima volta Fraser Hooper porterà in scena il suo “Funny business”, tra clownerie e un poetico omaggio ai grandi comici “silenziosi” del passato.

Con una versione inedita della festa più amata dell’anno, gli italianissimi Tony Clifton Circus metteranno in scena “La morte di Babbo Natale”, e ancora comicità surreale e musica la faranno da padrone nel cabaret di burattini viventi “Jukebox” firmato dal gruppo Trukitrek. Poi i mondi emozionali visti con gli occhi del circo del duo catalano Fet a Mà con “Swap” e tanti altri ritorni di artisti che già dalle scorse edizioni hanno lasciato il segno nel pubblico di Colorno, come il duo olandese De Stijle Want con “Turkish de light”, la compagnia Cà Luogo d’Arte e gli attori del Teatro Necessario. Presenti anche Murmuyo y Metrayeta del Teatro Gestual de Chile, che porteranno in un incrocio stradale la follia di due clown alle prese con gli automobilisti nella esilarante performance “Su – Seso Taladro”, affiancandola alla nuova “¿Quieres ser mi amigo? – Vuoi essere mio amico?”. E per i più piccoli con la passione per il teatro di strada, ci sarà anche la possibilità di cimentarsi nella Piccola Scuola di Circo, per provare l’emozione di diventare per un giorno funamboli o giocolieri.

Non poteva mancare infine la musica, che ha accompagnato la rassegna fin dall’anteprima di metà settimana con lo swing retrò delle Bluenette Sisters e che proseguirà per tutti i tre giorni del festival con il rock’n roll – swing di Slick Steve and the gangsters e il gipsy folk di Eusebio Martinelli con la Gipsy Abarth Orkestar.

La rassegna è a ingresso gratuito. Per informazioni www.tuttimattipercolorno.it