Le polemiche della vigilia non hanno fatto che aumentare la curiosità intorno alla sesta edizione del Festival della canapa che si è tenuto sabato e domenica a Felina, in provincia di Reggio Emilia. Tra banchetti e venditori che espongono i diversi prodotti che si possono ottenere da questa pianta, ci sono anche esperti di tossicodipendenze. “Se vi trovano con una piantina in balcone andate in galera, perché se volete il fumo dovete andare dalla mafia”, spiega uno psichiatra impegnato nei Sert. “In Italia la canapa per la legge è considerata come l’eroina. Se fosse legale invece la si potrebbe trattare come una medicina quale è, si potrebbero studiare e spiegare le sue indicazioni e le sue controindicazioni”. Tra i presenti alla manifestazione ci sono giovani e meno giovani, tutti convinti di una cosa: “Piuttosto che regalare i soldi alla malavita, legalizziamola”, spiega un’anziana signora del posto. E come lei la pensano in tanti”  di David Marceddu