“Non ci fidiamo di nessuno, tantomeno dei politici che sostengono che la discarica sarà temporanea”. Così gli abitanti di Falcognana, il sito alle porte di Roma individuato per accogliere i rifiuti della Capitale. Ma i cittadini non ci stanno e il 15 agosto hanno organizzato una sagra di protesta con i prodotti eno-gastronomici locali per mostrare la vera vocazione di quel territorio. “Questo è l’agro romano – sostengono – Qui si producono pecorino, il vino e salumi di alta qualità. E’ semplicemente folle l’idea di istallare una bomba ecologica, una nuova Malagrotta”  di Nello Trocchia