Non riusciva a incontrare la sua famiglia a Napoli perché era latitante dal 2011. Così Umberto Falanga, 40enne napoletano considerato affiliato al clan Contini Mazzarella, ha pensato di trascorrere le vacanze con moglie e genitori. Così è stato arrestato a Rimini dai poliziotti della squadra mobile – avvertiti dai colleghi napoletani – mentre stava passeggiando sul lungomare.

Falanga è stato in carcere dal 1997 al 2003. A suo carico un nutrito curriculum di precedenti che vanno dallo spaccio, all’estorsione, all’omicidio. Quando era uscito dal carcere, il giudice aveva disposto per lui un obbligo di dimora, al quale però ha sempre contravvenuto. Dal 2011 si è reso irreperibile e la magistratura ha dichiarato la sua latitanza. Secondo la polizia Falanga aveva contatti a Rimini. Quando gli agenti gli hanno chiesto i documenti, Falanga ha presentato una carta d’identità falsa ma poi ha ammesso la sua vera identità. Ora dovrà farsi almeno due anni di carcere.