Non ho ancora ben capito se questa che vi accingete ad ascoltare sia una playlist che consiglio a Silvio per le innumerevoli e lunghissime giornate che (non) passerà in qualche carcere in giro per l’Italia o che altro. Nella mia testa non ci saranno comode brande o lenzuola bianchissime e linde. E nessuna televisione, nessun Emilio Fede a fargli visita. Nessun pasto caldo, al massimo un po’ di riso scotto. Insomma Silvio, questa è tutta per te. Un po’ di musica, sparatela nell’ipod a volumi allucinanti. Ci sarò io, lì con te.

Il rock sporchissimo degli Old Time Relijun e “Jail” che vale più di mille parole

Gli Air a ricordati quel che sei e sempre sarai. Anche in prigione sessioni di training autogeno + autofiducia come se piovesse

 

Poor Silvio, Where you’ll be, I’ll go / Where you’ll be, I’ll know / Where you’ll be, I’ll find you

Generazione calva che, assieme ai capelli, ha perso pure la speranza.

Dopo anni di peregrinare eccolo finalmente il tuo “somewhere nice”.

 

Silvio, questa è per i tuoi compagni di cella. La saponetta, attento alla saponetta. 

Una dovuta dedica speciale all’Esercito di Silvio. E “Walking On A Dream”. All’inizio l’esaltazione e il sogno, cose loro. Poi, come è giusto, nostre.

 

L’Italia è il Paese che amo.

Twitter | @albertoasquini