Momento grottesco durante il talk show politico “Omnibus”, su La7, nel corso di un dibattito sui postumi della sentenza della Corte di Cassazione nel processo Mediaset. La pasionaria del Pdl, Daniela Santanchè, smentisce categoricamente le dichiarazioni del suo amico Flavio Briatore, che, in un’intervista rilasciata a Beatrice Borromeo per “Il Fatto quotidiano”, pronunciò uno smaccato endorsement per Matteo Renzi. Il giornalista dell’“Espresso”, Marco Damilano, ricorda alla Santanchè le parole dell’imprenditore, ma l’esponente del Pdl nega: “Posso smentirlo, anzi se vuole possiamo chiamare in diretta Briatore. Le assicuro che Briatore non ha mai detto che voterebbe Renzi”. E aggiunge, confermando la rivelazione di Alessandro Sallusti secondo cui il sindaco di Firenze avrebbe espresso solidarietà a Berlusconi prima della sentenza della Cassazione: “Il Pd ha costretto Renzi a mentire. E’ assolutamente vero che lui ha chiamato il presidente ed è stato solidale con lui. Poi gli sono arrivate venticinque telefonate dal Pd e ha negato”. Nel corso della trasmissione, a sorpresa, giunge una telefonata a Daniela Santanchè. E’ proprio Flavio Briatore. La deputata approfitta per chiedergli in diretta: “Scusami, Flavio, siccome qui stanno dicendo tutti che voti Renzi, io ho detto che è una balla assoluta. Mi smentisci o mi confermi che non ti iscrivi al Pd e che non voti Renzi?”. “Assolutamente no” – è la risposta dell’imprenditore, puntualmente riferita dalla Santanchè, che precisa: “Flavio ha detto che gli sembrava chiaro che fosse una provocazione. Non ha mai pensato un secondo ad iscriversi al Pd. E’ contento, giornalista dell’Espresso?”  di Gisella Ruccia