Il mondo del cinema va contro l’esecutivo per l’ipotesi del taglio del “tax credit” e del Fus, il fondo unico per lo spettacolo. “Scelta incomprensibile e offensiva. La presenza di premier e ministri al festival di Venezia è sgradita” dichiara Angelo Barbagallo, ex socio di Nanni Moretti, ora presidente dei produttori dell’Anica. Un monito per Enrico Letta che a maggio a Fabio Fazio per ‘Che Tempo che fa’ (Rai3) promise: “Io mi dimetterò se dovrò fare tagli alla cultura, alla ricerca e all’università”