Riprendono i prestiti alle famiglie, ma si fa sempre più rigida la stretta sul credito alle imprese. E’ quanto emerge dall’indagine sul credito bancario della Banca centrale europea. “Si è interrotto l’irrigidimento delle condizioni di offerta dei prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, riflettendo le prospettive meno sfavorevoli per il mercato immobiliare“, spiega l’Eurotower, sottolineando che “per gli intermediari l’offerta rimane invariata nel trimestre in corso”.

Ma l’indagine della Bce fa anche luce su un altro dato che frena la ripresa dell’economia, mettendo nero su bianco che “le politiche per l’offerta dei prestiti alle imprese sono divenute nel secondo trimestre 2013 lievemente più restrittive riflettendo le prospettive sfavorevoli dell’economia e il maggior rischio di credito“.

L’istituto sottolinea infine che vi sono però segnali positivi che riguardano il trimestre in corso: “Nelle valutazioni prospettiche degli intermediari – rivela la Bce – l’irrigidimento delle condizioni di offerta si interromperebbe nel trimestre in corso”.