“La banca non può appartenere a Siena, perché abbiamo 4 miliardi e spicci da rimborsare”. Così si presenta a Roma l’amministratore delegato di Mps (Monte Paschi di Siena), Fabrizio Viola, per un convegno a piazza Colonna sul libro ‘Il codice Salimbeni’. “E’ evidente che la banca avrà bisogno di capitali, che andranno cercati prevalentemente fuori dal territorio senese”. Poi aggiunge: “Però si può mantenere la banca a Siena, con un corretto rapporto con il territorio”. Al termine della presentazione Viola dichiara in video a ilfattoquotidiano.it: “Nell’inchiesta non ci saranno altre sorprese” e ancora “Nazionalizzazione? Non glielo so dire, l’auspicio è che non avvenga”. E sul suicidio di David Rossi (l’allora capo capo della comunicazione di Rocca Salimbeni suicidatosi il 6 marzo scorso alle ore 20 ndr) che il 4 marzo aveva inviato una mail a Viola con il testo: “Ti posso mandare una mail su quel tema di stamani? È urgente. Domani potrebbe già essere troppo tardi”, mail rimaste però senza risposta, davanti alla telecamere de ilfattoquotidiano.it ilmanager si trincera dietro un: “Non ho nulla da rimproverarmi” e va via  di Manolo Lanaro