Il percorso era tracciato. Se nell’immaginario comune i veri Fab Four non sono più quei quattro ragazzetti di Liverpool, ma il pokerissimo composto da Cocciante-Noemi-Pelù-Carrà che ha distrutto le serate di (pochi) milioni di italiani col loro The Voice, ecco che ora, come una John Lennon qualsiasi, proprio la Raffaella Nazionale, dopo qualche anno di formalina, ritenta il colpo grosso. Sì, Raffaella Carrà torna a cantare.
Dal sodalizio-tormentone con Tiziano Ferro e “A far l’amore” con Bob Sinclair a “Replay“, nuovo singolo che, a detta della bionda nata a Bologna, “è fortissimo e tutto da ballare”. Vi confesso che sto tentando da diverse ore di evitare l’acquisto su iTunes, rifugiandomi in un F5 compulsivo su Youtube, salvo che tutti i video caricati che dovrebbero contenere il singolo non sono accessibili dall’Italia. Non so se sia un complotto contro Raffaella (mera questione di diritti di copyright in realtà) però la cosa mi getta nello sconforto più totale.

Mentre attendo il benefattore di turno, mi sono informato circa la genesi del tutto. Ecco che alla Carrà le si è riaccesa la miccia, proprio grazie a The Voice. E l’uscita del singolo altro non è che l’antipasto ad un album in fase di registrazione (uscita prevista per ottobre). S’è intrippata con la dance e pare proprio decisa a darci dentro a colpi di cassa in 4/4. Ora, che la Raffaella sia un’eterna giovane poco ci piove, però ecco c’è un età per tutto. Le sue anche non fanno certo eccezione e un caschè piazzato male, al ritmo “sfrenato” di “Replay”, non glielo si augura di certo. E a fomentarci è proprio lei che, sempre nel video promozionale, chiede a noi povere anime pie se “vogliamo vivere un’estate diversa e scatenata”. Insomma è più giovane lei di me. E, non m’avesse fatto sotterrare abbastanza in questi 13 secondi di promo, sentite come pronuncia il nome del singolo, con quell’inglese perfettino. Insomma, voleva mettermi allegria e in un colpo ha distrutto un’estate in cui non volevo divertirmi, l’intero rapporto tra il sistema scolastico italiano e le lingue straniere e, non bastasse, pure la sua mise da circo m’ha mandato la mascella in paresi (no, non è un pro).

Raffaella, sentirò il tuo singolo, forse mi piacerà, forse no. Ma ti prego, non azzardare troppo. Torna a “Ballo Ballo”, a Fantastico, a “Tanti auguri”. Andavi benissimo così. Farei un’eccezione anche per Carramba, ma sto giovanilismo molesto no. Certe cose lasciamole ad altri.

Edit: non ho resistito e ho fatto un gesto rivoluzionario. Per la prima volta ho comprato una canzone su iTunes, “Replay” appunto. E’ davvero orrida. La peggior eurodance che fa molto anni novanta. E lei che proprio non ce la fa a cantare. Buona per le scampagnate balneari. Ma alla Raffa si perdona tutto.