Il 31 ottobre del 1995 non ci fu nessun mancato arresto di Bernardo Provenzano. E se ci fu non è da considerarsi reato. Lo ha deciso la quarte sezione penale del tribunale di Palermo assolvendo con formula piena il generale Mario Mori e il colonnello Mauro Obinu dall’accusa di favoreggiamento a Cosa Nostra. Per i due alti ufficiali del Ros l’accusa aveva chiesto una condanna a nove anni per Mori e a sei anni e mezzo per Obinu  di Giuseppe Pipitone e Silvia Bellotti