“Quello che sta succedendo è un’altra pagina vergognosa del nostro paese. L’Italia oggi è presente sulla stampa estera per questa vicenda: è una vergogna che ci fa male”. Il premier Enrico Letta cerca di mettere fine alla vicenda degli insulti di Roberto Calderoli al ministro dell’integrazione Cecile Kyenge: “Faccio appello a Roberto Maroni leader della Lega, perché chiuda questa pagina rapidissimamente altrimenti si entra in una logica di scontro totale che non serve a lui, non serve a nessuno, non serve al Paese. È una pagina veramente insostenibile, a Maroni appello sincero privo di strumentalizzazioni”. Letta difende inoltre il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano attaccato da Matteo Salvini: “Non provino a tirarlo in causa o si rendono ancora più ultimativi i toni” di Manolo Lanaro