Era il 20 marzo, nel clou delle consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo. E il Movimento 5 Stelle non aveva ancora nominato il suo candidato ufficiale per il Colle, ma già circolava il nome di Stefano Rodotà. Fu così che Giuseppe Cruciani e David Parenzo, conduttori della nota trasmissione radiofonica “La Zanzara”, su Radio 24, decisero di preparare uno scherzo telefonico al giurista. Come loro stessi raccontano, in esclusiva, nel libro “Cattivissimi Noi”, scritto assieme ad Emiliano Errico ed edito da Aliberti, i due giornalisti contattarono lo showman triestino Andro Merkù, perfetto imitatore della voce di Margherita Hack. Nel colloquio telefonico tra l’imitatore della compianta scienziata e Stefano Rodotà, emergono alcune perplessità dell’ex garante per la Privacy nei confronti del M5S. La finta “Hack” definisce i grillini “sprovveduti e un po’ bischeri”. “Hai assolutamente ragione” – ammette Rodotà – “Io non vo­glio giustificare nulla, ma sono effetto di una incapacità (della politica, ndr) in tutti questi anni di cogliere certe in­dicazioni. Naturalmente questo essere così sprovveduti fa correre rischi”. Ecco l’audio inedito dello scherzo telefonico  di Gisella Ruccia