Un assegno gigante srotolato in piazza Montecitorio, a Roma, con su scritto la cifra che verrà riconsegnata allo Stato, ai cittadini. Un milione e 560 mila euro è quanto hanno racimolato i parlamentari del M5S decurtandosi lo stipendio per i primi tre mesi di legislatura e restituendo la diaria non spesa. “Noi – affermano – le promesse le manteniamo, altro quelle sventolate dal governo Letta“. Eppure i militanti presenti all’evento erano in pochi, a volerli contare massimo una cinquantina. “Non abbiamo indetto una manifestazione per oggi, questo gesto dovrebbe essere la normalità, dovrebbero farlo tutti i deputati e senatori di questo parlamento” afferma il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio  di Irene Buscemi