Dopo l’accordo tra il Pd e il Pdl sulla questione relativa all’acquisto da parte dello Stato degli F35 nell’Aula della Camera arrivano subito pesanti critiche da Sel e dal Movimento 5 Stelle che, invece, avevano presentato una mozione per abbandonare definitivamente il progetto. Durante l’Assemblea di discussione sulla mozione prende la parola Alessandro Di Battista (M5S) che si rivolge direttamente al Pd: “Non ce la prendiamo con i deputati Pdl – ha detto in apertura del suo discorso – perché sono in Parlamento per occuparsi dei loro affari e del loro padrone e lo stanno facendo molto bene”. Le sue parole hanno immediatamente scatenato cori di protesta dai banchi del Pdl, tanto da costringere il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio (M5S), che presiede la seduta, a richiamare all’ordine lo stesso Di Battista e i deputati che gridavano. Di Battista ha poi proseguito: “La sintesi che è stata trovata all’interno della maggioranza è una supercazzola”  di Manolo Lanaro