Marina Berlusconi leader del centrodestra? Per Maurizio Gasparri (Pdl): “Il futuro non può essere mai privo di sorprese, ma non credo si debbano alimentare tormentino di questa natura”. Molto più possibilista Mara Carfagna: “Sarebbe sicuramente un fatto positivo, ha dimostrato di essere una brava imprenditrice, quindi sicuramente potrebbe essere una brava politica”. “Decide Berlusconi”, afferma Denis Verdini, coordinatore nazionale del Pdl che aggiunge e precisa: “Investitura per eredità? Le primarie non sono nella nostra tradizione, quindi non ce le possiamo inventare, noi siamo diversi ed agiremo diversamente, Marina Berlusconi è una donna e già sarebbe positivo, figlia del presidente Berlusconi, imprenditrice di successo”. Ed Alfano? “E’ già vicepresidente del consiglio e ministro dell’interno”, sentenzia Verdini che pare sbarrare la porta all’attuale segretario del Pdl come nuovo leader del centrodestra. Anche Daniela Santanchè apre le porte alla figlia del Cavaliere: “Io sono dalla parte delle donne, quindi non posso che valutarla benissimo”. Sandro Bondi non vuole commentare sulla possibile eredità familiare della leadership del Pdl, quale preparazione per la prossima campagna elettorale, ma attacca duramente il Presidente Giorgio Napolitano: “Noi stiamo lavorando lealmente a sostenere questo governo, sono gli altri che cercano di demolire questo clima di pacificazione”. Gli altri chi i giudici? “Tutti quelli – afferma l’ex ministro – che fanno i Ponzio Pilato in questo Paese, a partire dal presidente della Repubblica”. Chi crede alla smentita di Marina Berlusconi è Ignazio La Russa (FdI): “Non penso che la politica sia un fatto ereditario, Marina ha già smentito ed ha tutta la mia approvazione”  di Manolo Lanaro