Un omicidio-suicidio. E’ l’ipotesi avanzata dalle forze dell’ordine che a inizio mattinata hanno trovato un uomo e una donna senza vita in un’abitazione a Zola Predosa, in provincia di Bologna. Lei, 45 anni, M.O., è stata trovata nuda nel pavimento di fianco al letto e non è escluso che sia morta asfissiata. Lui, C.B., sessantenne, si sarebbe quindi pugnalato per la disperazione più volte. E’ stato trovato sul letto, sporco di sangue, pantaloni e maglietta. A quanto si apprende l’uomo era agli arresti domiciliari per reati di droga. Non si esclude l’ipotesi di un gioco erotico finito male. Resta comunque il massimo riserbo da parte degli investigatori, che non escludono altre piste. L’episodio è avvenuto al terzo piano di una palazzina, in un appartamento del Comune assegnato all’uomo, in via Berlinguer. A lanciare l’allarme al 112 è stato un parente della donna, preoccupato perché non aveva notizie e non riusciva a contattarla. L’ingresso dei soccorsi, verso le 10.30, e dei carabinieri è stato reso difficile per la presenza di due cani, meticci, poi sedati.