Notte in tenda per un centinaio di abitanti di Monzone (provincia di Massa Carrara), borgo toscano poco distante dall’epicentro del terremoto che venerdì ha fatto tremare tutto il Nord e parte del centro Italia. Nel campo, allestito dalla Protezione civile e da una trentina di volontari, hanno trovato posto famiglie con bambini, ma soprattutto anziani e disabili. “La situazione è problematica, perché l’aria colpita è molto vasta” spiega Alessandra, una volontaria. Molti degli ospiti hanno la casa danneggiata e sono in attesa di sapere se è ancora agibile. Altri invece hanno solo timore di nuove scosse notturne: “Non ci fidiamo ancora a rientrare, troppa paura”  di Giulia Zaccariello