Il governo Letta supera la prima prova alla Camera. L’aula di Montecitorio ha dato il via libera alla legge di conversione del decreto sulle emergenze ambientali. Ma i problemi per l’esecutivo continuano ad arrivare dal fronte giudiziario con l’incalzare delle sentenze dei processi in cui è coinvolto Silvio Berlusconi. “La pacificazione riguarda le emergenze economiche, non c’è stato nessuno accordo tra Pd e Pdl su un salvacondotto per Berlusconi“, afferma il viceministro Stefano Fassina. Per quanto riguarda le polemiche con il M5s, il Pd per bocca del capogruppo Roberto Speranza attacca l’ostruzionismo irresponsabile dei parlamentari pentastellati. “Noi vogliamo ridare centralità al Parlamento“, afferma il deputato 5 stelle Matteo Mantero. “Duecento emendamenti dello stesso Pd sono stati cancellati con il voto di fiducia, volevamo soltanto che le non emergenze fossero fuori dal decreto, come vuole la Costituzione”  di Irene Buscemi