Pianificavano di uccidere il presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Due uomini sono finiti in manette, come riporta la rete Abc, per aver progettato un attentato ad Obama. Uno dei due sospettati, Glendon Scott Crawford, 49enne di Galway, nello stato di New York , aveva costruito un sistema per emettere radiazioni letali che poteva essere fatto esplodere a distanza. Insieme a lui, è stato arrestato Eric Feight, 54 anni, di Hudson, reclutato per unirsi al progetto che – spiegano fonti investigative alla Abc – mirava a punire il presidente Obama per le sue politiche, ritenute responsabili dell’attentato alla maratona di Boston, per aver dato direttive che limitano i controlli sui musulmani.

Il presidente è stato individuato dall’Fbi come possibile obiettivo tra le “figure politiche” nel mirino degli attentatori. Gli agenti dell’Fbi hanno detto che i due uomini volevano presumibilmente nascondere la loro “arma letale” in un camioncino. Contro il presidente doveva essere usata un’arma a raggi X che doveva emettere quantitativi letali di radiazioni e poteva essere fatta esplodere a distanza.