Il Movimento 5 Stelle è riuscito a trionfare nelle comunali di Parma e poi nelle elezioni politiche di febbraio perché ha combinato l’azione della rete e quella del territorio. Ora, invece, la mancanza di concretezza in un periodo di incertezza e la disaffezione politica hanno compromesso i risultati dell’azione politica dei 5 Stelle”. A tracciare l’analisi politica è Giovanna Cosenza, docente di Semiotica all’Università di Bologna, che puntualizza: “Credo che la mancanza di competenza ed esperienza dei deputati e senatori M5S fosse chiara dall’inizio. Mentre i toni dei Beppe Grillocontinuano a non essere adatti. In questa incapacità del leader del M5S di trovare modi e linguaggio convergenti con i media rischia di creare un boomerang: allinearsi al tormentone del suo nemico Silvio Berlusconi”   di Giulia Zacariello