Martedì mattina le autorità del Comune di Saluzzo, in provincia di Cuneo, hanno eseguito l’ordinanza di sgombero dell’accampamento dei lavoratori stagionali rimuovendo teloni di plastica, materassi e cartoni. Circa 150 africani si erano stabiliti nell’area periferica in attesa di cominciare la raccolta della frutta a luglio. Si tratta per la maggioranza di rifugiati politici arrivati con le navi salpate dalle Libia e accolti durante l’emergenza Nord-africa. Il sindaco Paolo Allemano ha stabilito lo sgombero tre settimane fa. Le associazioni – come il Comitato antirazzista di Saluzzo, la Caritas ed Emmaus – hanno proposto una soluzione alternativa all’amministrazione comunale, con una tendopoli allestita vicino al campo sportivo. Nell’attesa della risposta di Provincia e Prefettura gli africani rimarranno un’altra notte nel piazzale del foro boario, dove hanno sistemato nuovi teloni di plastica  di Simone Bauducco e Andrea Giambartolomei