Un tour de force durato oltre 13 ore ha sciolto in tarda notte ogni ragionevole dubbio numerico. L’ex senatore della Margherita Enzo Bianco tornerà a sedere a Palazzo degli Elefanti. “Sono nuovamente il sindaco della primavera di Catania, sono felice perché abbiamo vinto al primo turno” come ha commentato a caldo il neo sindaco, già primo cittadino negli anni 90 alle pendici dell’Etna. La vittoria è arrivata al primo turno con un percentuale del 50,5% dei voti, seconda piazza per l’uscente della coalizione del centro destra Raffaele Stancanelli, anch’egli in passato senatore. Il dato maggiormente analizzato, anche da parte del Governatore Rosario Crocetta, è però quello riguardante il M5S che con il suo candidato Lidia Adorno si è fermato ad uno striminzito 3,2%, “A livello siciliano sono attivi e responsabili”, ha detto Crocetta, “però la gente elegge partiti e movimenti per governare. Il fatto che loro abbiano paralizzato a livello nazionale la formazione del governo credo sia una ragione vera del loro calo. Anche il Pdl è in difficoltà, si sta destrutturando il sistema di potere” . Alla domanda di un eventuale trasferimento del “sistema di potere” da una parte all’altra, chiaro riferimento al Movimento del “Megafono” creato dall’ex Sindaco di Gela che sta monopolizzando le tornate elettorali in Siclia, Crocetta replica: “Mi sembra difficile”  di Dario De Luca