Dopo due giorni di tregua, ad Ankara torna la tensione tra i cittadini che protestano contro il primo ministro Erdogan e la polizia. Tutto è partito dallo sgombero di Kizilay, uno degli epicentri della protesta nella capitale turca, dove poco dopo le 22 la polizia ha caricato i pochi manifestanti presenti inseguendoli per le vie limitrofe. Intanto, migliaia di persone si radunavano a Kennedy Caddesi, a pochi passi dall’ambasciata americana e dai palazzi del Governo, dove fino alle 4 manifestanti e polizia si sono scontrati  di Andrea Postiglione