L’orgoglio dei vitigni autoctoni del Mezzogiorno è protagonista assoluto dell’ottava edizione di “Radici del Sud“, il festival che vuole celebrare e premiare le eccellenze del Sud Italia. In Puglia, dal 5 al 9 giugno a Carovigno, in provincia di Brindisi, 140 cantine – tra Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia – parteciperanno al Salone del Vino da Vitigno Autoctono Meridionale. L’evento, il primo dedicato esclusivamente ai vini del Sud, rappresenta un’importante occasione per le aziende produttrici, per confrontarsi con wine buyers, la stampa nazionale ed internazionale, tutti gli esperti del settore attenti alle novità, gli enocultori e i consumatori.

Ben 240 etichette saranno valutate da due differenti giurie, la prima composta da esperti internazionali e la seconda da esperti italiani, che avranno il compito di identificare i vini più rappresentativi di ogni singolo vitigno. Per questa ragione i primi tre giorni della manifestazione sono dedicati al wine-tasting che si svolgerà rigorosamente alla cieca e con l’assegnazione di un punteggio da parte dei giurati. La premiazione dei migliori vitigni avverrà pubblicamente solo domenica 9 giugno, giorno dell’apertura del Salone del Vino al pubblico e agli enoappassionati.

Proprio perché dietro la produzione di un vino si celano tradizioni e storie da conoscere e celebrare, durante i giorni della manifestazione sono previste visite alle cantine, incontri ed approfondimenti sui diversi territori d’origine dei vitigni di ogni regione. E visto che al buon bere si accompagna sempre il buon cibo, Radici del Sud ospiterà anche eccellenze gastronomiche locali che avranno stand riservati dove poter degustare e provare abbinamenti enologici. Tutto verrà impreziosito da installazioni d’arte che dal vino e dal Sud traggono ispirazione: la ceramica della collezione Casa Vestita di Grottaglie, e una teca con 12 ricci di Iginio Iurilli, artista barese dall’intensa attività espositiva in Italia e all’estero.

A chiudere questa particolare edizione di Radici del Sud, sarà una cena realizzata in collaborazione con Apulia Magazine e gli chef Teresa Buongiorno, Sebastiano Lombardi, Paolo Barrale, Agostino Bilotta, Tony Lo Coco e lo chef resident Franco Laterza. La scelta del Resort Masseria Caselli di Carovigno, dove la manifestazione avrà luogo, immerso nella tipica campagna pugliese d’alberi d’ulivo, è l’altro biglietto da visita di un Sud sfacciatamente bello e da scoprire. Non resta che dire, allora, “In alto i calici!”.

di Emanuela Mei

www.puntarellarossa.it