Il Movimento 5 Stelle mi sembra avviato verso l’onanismo politico e questo è un po’ triste anche per chi li ha votati”. Così è intervenuto Beppe Severgnini a “Reputescion”, il programma condotto da Andrea Scanzi in onda ogni lunedì sera alle 22.30 su La3 (Sky 143 – DTT 134). “Il Movimento 5 Stelle” – ha continuato il giornalista – “avrebbe potuto mettere definitivamente fuori gioco Silvio Berlusconi . Avevo la speranza che mettessero in campo il potere che gli hanno dato 9 milioni di italiani”. Severgnini si è anche pronunciato sul potere dei social network e in particolare di Twitter: “E’ un filo “intermentale” per pulire i dentini del cervello. Va usato poco perché la gente si stufa”. E ha aggiunto: “Ci sono molti giornalisti e soprattutto molti politici che non hanno capito il mezzo: twittano 60-70 volte al giorno. E’ una contraddizione in termini. Twitter non è un micro ufficio stampa gratuito”