Un anno fa la festa del Fatto Quotidiano era stata dedicata alla raccolta fondi per la tragedia del terremoto in Emilia. Quest’anno l’edizione 2013 della manifestazione, in programma dal 7 al 9 giugno, riparte proprio da lì. Stessa location, il circolo Arci Fuori Orario a Taneto di Gattatico, in provincia di Reggio Emilia, stessa voglia di dibattere e approfondire “quello che gli altri non dicono”.

Sono molti i temi che verranno discussi in questa tre giorni di incontri con i giornalisti del Fatto. Il primo incontro, appunto, sarà dedicato al terremoto che l’anno scorso ha colpito la porzione settentrionale della pianura Padana emiliana, al centro del dibattito d’apertura “A un anno dal terremoto“, in programma il 7 alle 19,30. Il direttore Antonio Padellaro parlerà di cosa è cambiato insieme ai sindaci dei comuni terremotati, Barbara Paron, primo cittadino di Vigarano Mainarda, Alberto Silvestri, sindaco di San Felice sul Panaro e Andrea Venturini, presidente del Consiglio Comunale di Mirandola.

A seguire, alle 21,30 Marco Travaglio racconterà “L’Inciucio“, con l’introduzione di Mario Natangelo che presenterà le sue vignette. L’evento potrà essere seguito anche in diretta streaming in esclusiva per gli abbonati e gli utenti sostenitori.

Sabato 8 giugno, alle 16,30 Fabrizio D’Esposito, giornalista del Fatto Quotidiano, insieme a Don Paolo Farinella, Peter Gomez, direttore del fattoquotidiano.it, Flavia Perina e Marco Politi saranno i protagonisti dell’incontro “Diritti all’Inferno. Laici in ginocchio?

Sarà Mario Portanova, giornalista de ilfattoquotidiano.it, invece, a discutere di crisi insieme ad Andrea Barnes, Franco Bassi, Maurizio Landini, Massimo Mucchetti e Chiara Saraceno,  nel dibattito “Lavoro: come uscire dalla crisi nonostante l’economia – Casi, idee, proposte“, in programma domenica 9 giugno alle 11,30.

Il difficile momento politico del Pd sarà, alle 15, al centro dell’incontro “Pd: Il tradimento degli elettori“, moderato dal giornalista del Fatto Quotidiano Emiliano Liuzzi e da Elena Rosselli, de ilfattoquotidiano.it. A confrontarsi con loro ci saranno Stefano Bonaga, Antonio Ingroia, il ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, Antonio Padellaro e Federico Pizzarotti, sindaco di Parma.

L’ultimo dibattito in programma “Ambiente ricchezza del paese“, in programma alle 16,30 sarà moderato da Ferruccio Sansa che ospiterà sul palco Marco Boschini, Roberta De Monticelli, Domenico Finiguerra, Roberto Della Seta e Oliviero Toscani.

La Festa del Fatto sarà chiusa, dalle 18 di domenica, da un grande concerto presentato da Victoria Cabello e Giampiero Calapà dedicato quest’anno a Don Gallo e in sostegno alla Comunità di San Benedetto al Porto.