Nei comizi la Polizia non serve a un cazzo per difendere il diritto di Berlusconi di parlare. Ci vuole l’Esercito di Silvio, così iniziamo a darle“. Sono le parole shock di Diego Volpe Pasini, ispiratore dell’“Esercito di Silvio”, l’associazione che mira ad arruolare i “soldati” del Cavaliere . Ospite de “La Zanzara”, su Radio24, l’ex consigliere di Silvio Berlusconi rincara: “Non è possibile che quando il presidente Berlusconi va a parlare alla sua gente intervengano centinaia di facinorosi dei centri sociali, di Sel o del Movimento 5 Stelle. Qualcuno deve iniziare a prendere quattro sberle. La Polizia” – continua – “non ci pensa, perchè la Polizia come sempre deve usare il bastoncino perchè non può fare nulla“. E aggiunge: “Il presidente Berlusconi ha diritto di fare attività politica e nessuno ha mai protestato per il servizio d’ordine della Cgil“. Volpe Pasini poi dà la sua ricetta risolutiva: “Vogliamo smetterla di essere insultati, di vedere le bandiere bruciate, di venire presi a sputi senza mai reagire. Reagiamo a mani aperte. Se tirano i sassi li ritiriamo. Esiste il diritto alla sberla o a tirare un calcio nel culo