“Abbiamo il dovere di garantire agli italiani che nulla sarà più come prima: riformeremo l’elezione diretta del capo dello Stato e il funzionamento dei due rami del Parlamento. Sarà l’inizio della Terza Repubblica”. E’ la promessa di Francesco Boccia, deputato lettiano del Pd, presidente della Commissione bilancio della Camera. Sul presidenzialismo, però, il suo partito è già pronto a spaccarsi. “E’ normale che tra di noi ci siano sensibilità diverse su questo argomento – sostiene Boccia -. Ci sarà un congresso che darà una linea e secondo me sarà molto chiara”. Il deputato democratico non ha paura che il Pdl “metta il cappello” sulle riforme: “La discussione ‘Berlusconi sì, Berlusconi no’ non ci interessa, appartiene al gossip della politica”  di Tommaso Rodano