Dalla riunione di una piccola sezione Pd di provincia, siamo a Castiglione Olona, provincia di Varese, oltre alle domande di sempre, emerge un interrogativo nuovo, ma inquietante: “Ha ancora senso tenere aperto il circolo? Venerdì sera alcuni tesserati e simpatizzanti, accomunati dalla delusione per un partito che non riesce a colmare il distacco con la propria base, si sono riuniti per discutere del futuro della propria sede: “O il partito riesce a dare un segnale forte di cambiamento oppure la nostra non sarà l’unica sezione a chiudere i battenti”. E i motivi per chiudere sono molti, a partire dalla scelta di governare fianco a fianco con il nemico di sempre: il Pdl. La disaffezione nei confronti della politica ha ridotto la sede del partito ad un ritrovo per pochi intimi, un pensatoio autoreferenziale incapace di attrarre nuove forze. “Perché tenere una sede aperta – si domanda il segretario cittadino Ugo Azzolin – quando i suoi iscritti non la frequentano? Dov’è il luogo della politica, solo tra facebook e un tweet oppure crediamo che guardarsi in faccia, confrontarsi, ascoltarsi e discutere sia ancora un valore per noi? L’alternativa è chiudere un luogo che altrimenti rappresenta una inutile fonte di spesa” di Alessandro Madron