Non vorrei essere al posto di Dio quando se lo troverà davanti con quel sigaro puzzolente”. Beppe Grillo scende dal camper a Imola e ha gli occhi lucidi. Della morte di Don Gallo l’ha saputo in viaggio da Sestri Levante, a metà pomeriggio. Una notizia dolorosa, per lui cittadino di Genova e amico di tante battaglie. Commosso evita di rispondere alle domande e poi si lascia scappare un pensiero sottovoce. “Ne parlerò dal palco voglio ricordarlo con tutte le persone che sono venute a sentirmi”. A Imola il camper di Grillo è arrivato per le elezioni amministrative della prossima domenica e durante il suo discorso parla anche della vicenda delle slot machine e dei parlamentari pagati dalle lobby  di David Marceddu