Nuova contestazione al senatore Pd Stefano Esposito da parte di un gruppo di attivisti NoTav. Ormai da anni Esposito è considerato uno dei più convinti sostenitori della Torino – Lione e le sue uscite pubbliche in Valle di Susa diventano momenti di duro confronto con i valligiani contrari all’opera. Ieri sera il senatore ha partecipato a una riunione locale del Pd di Bussoleno, a cui era stato invitato, ma alla quale lo stesso sindaco della cittadina non ha partecipato, proprio per contestare la presenza di Esposito. Un gruppo di NoTav, venuti a conoscenza della presenza del senatore che si trovava nella zona per una riunione del movimento, ha deciso di andare a contestarlo. Attimi di tensione tra i manifestanti e gli agenti in tenuta antisommossa, ma non ci sono stati scontri. Ma le minacce a Esposito sono proseguite anche su Facebook. Sulla bacheca del senatore è comparsa una scritta inquietante: “Stefano Esposito fa la figura del servo di Caselli. Deve ringraziare che le Br non siano più attive altrimenti sarebbe finito“. Sandro Plano, presidente della Comunità montana ed esponente di spicco del Pd valsusino, presente alla riunione ha commentato: “Esposito è in cerca di visibilità. Deve sapere che da molti in valle non è persona gradita e che lo contesteranno”  di Cosimo Caridi (le immagini sono tratte da www.notav.info)