Serena Williams e Rafael Nadal incoronati regina e re del Foro Italico. I campi rossi degli Internazionali d’Italia, che si sono conclusi a Roma hanno visto, infatti,  il trionfo della statunitense e dello spagnolo.

Per Serena Williams si tratta del 51esimo titolo, il secondo a Roma, dopo 11 anni dall’ultima vittoria. E’ il quinto titolo stagionale per lei, dopo Brisbane, Miami, Charleston e Madrid. La Williams maggiore (Venus è più piccola) ha percorso un viale in discesa fino al match point della finale. In cinque partite ha perso solo 14 game. Halep e Azarenka sono riuscite a strapparle al massimo tre game in un set.  La numero uno al mondo al momento della consegna del Trofeo ha dichiarato in italiano, sorprendendo un po’ tutti: “Ho giocato molto bene oggi, e faccio i complimenti alla mia avversaria. Ringrazio tutti per l’affetto mostrato e ringrazio la mia famiglia per il supporto”.

Settima vittoria a Roma, invece per Nadal. Il “re della terra battuta”, nome con il quale è conosciuto il tennista spagnolo, si è imposto su un altro grande, Roger Federer, stavolta  forse in forma meno smagliante del solito. A Nadal è bastata solo un’ora e dieci, infatti per mandare ko lo svizzero. Il campione spagnolo, numero 5 del mondo, ha dominato la finale battendo Federer, numero 3 del ranking mondiale, 6-1, 6-3. La gara non ha avuto storia, come spesso è avvenuto sulla terra tra i due campioni alla 30esima sfida, la 14esima sulla terra. Nadal era favorito, nonostante la lunga assenza, perchè voleva mantenere la media delle ultime otto stagioni, quando ha vinto almeno due Masters 1000 sul rosso. Quest’anno ha fallito a Monte Carlo, si è ripreso a Madrid e ora ha conquistato anche Roma, puntando decisamente anche al Roland Garros.

“Voglio ringraziare tutto il pubblico sempre fantastico a Roma, la città più bella del mondo e per me è veramente un privilegio e un onore poter giocare ancora su questo fantastico campo, per me è un giorno molto felice“, ha detto Nadal ritirando il premio.