Karima El Mahroug, a Milano davanti alla corte presieduta da Anna Maria Gatto, sminuisce il contenuto della telefonata in cui paragona il rapporto tra Noemi Letizia e Berlusconi e il suo. Il riferimento è a un’intercettazione dell’8 ottobre 2010, quando Ruby chiama l’amico Antonio Passaro. I due scherzano su come lei chiama il Cavaliere: “Lo chiami zio? Lo chiami nonno?”. “No, lo chiamo Papi”. “Ah – dice l’uomo – come la napoletana?” e la invano spacciata nipote di Mubarak: “…No, io sono un’altra cosa… Quella (Noemi, ndr) era la pupilla… Io sono il culo…” di Franz Baraggino e Francesca Martelli